DVG Stories

Ne sono passati di click dal 1965, da quando l’obiettivo di Marcello Geppetti immortalò una giovanissima Pamela Tiffin davanti al Colosseo. Era appena iniziata un’estate caldissima, la più afosa degli ultimi anni.

Quella del primo concerto a Roma dei quattro “capelloni” di Liverpool, che da lì a poco sarebbero diventati per tutti semplicemente i Beatles, delle autoradio che dai finestrini aperti trasmettevano le voci di “Un disco per l’estate”, la stagione in cui l’attrice e modella di Oklahoma City arrivava nella Capitale per trasferirsi definitivamente in Italia.

Dagli Stati Uniti a Cinecittà, il sogno americano si realizza al fianco di Nino Manfredi e di Ugo Tognazzi, così Pamela Tiffin diventerà per tutti la bellissima operaia diretta da Dino Risi in “Straziami ma di baci saziami”.

Lo scatto al sapore d’estate imprime sulla pellicola una Roma d’altri tempi tra rievocazioni e interrogativi. A chi sarà destinato quel secondo cono gelato?

Dalle estati al sapore di sale, quella della dolceVita GALLERY si preannuncia al gusto del dessert più FREDDO per eccellenza: il gelato!

Ricoperto, artigianale e di stagione, una degustazione offerta dalla gelateria Freddo di Roma accompagnerà, il 12 luglio, il variegato percorso dell’esposizione “Altri Obiettivi”, dall’archivio di Marcello Geppetti alla lente di altri sei fotografi, in un viaggio tra la storia della Dolce Vita e la geografia dei reportage del fotogiornalismo.

In mostra fino al 28 luglio, il nostro archivio d’autore riparte da qui. Dal bianco e nero di quegli scatti senza tempo, allo sguardo poliedrico sugli scorci delle metropoli e delle periferie internazionali.

E se Gaber negli anni ’60 metteva faccia e canzoni al servizio di un gelato, siamo pronti a scommettere che il gusto possa ancora sconfinare nel territorio dell’arte. E voi?

Alessia Polimanti

Share:

Tags: